Comprendere e padroneggiare l'ottimizzazione della conversione: suggerimenti, trucchi e metodi comprovati

Nel panorama digitale, non è sufficiente portare traffico al sito web. Si tratta di convertire quel traffico in risultati tangibili: Conversioni.

Vediamo nel dettaglio l'arte e la scienza dell'ottimizzazione delle conversioni.

Che cos'è l'ottimizzazione della conversione?

L'ottimizzazione delle conversioni, spesso indicata come ottimizzazione del tasso di conversione (CRO), è un processo sistematico e basato sui dati. L'obiettivo è quello di migliorare le prestazioni di un sito web, di una landing page o di un negozio online, in modo che i visitatori abbiano maggiori probabilità di compiere un'azione desiderata.

Questa azione può assumere diverse forme: un acquisto, l'iscrizione a una newsletter o la compilazione di un modulo di contatto. Ma perché è così importante? In un mare di offerte online, non è più sufficiente essere presenti in rete. La concorrenza è a portata di clic e gli utenti sono diventati più esigenti.

Pertanto, ogni clic, ogni visitatore deve contare. L'ottimizzazione delle conversioni garantisce che le risorse e i budget siano utilizzati in modo oculato e si riflettano in risultati reali.

Definizione di conversione e tasso di conversione

Nel contesto del mondo digitale, "conversione" e "tasso di conversione" sono due termini che ogni marketer dovrebbe conoscere e capire.

Conversione

Una conversione è il completamento di un'azione desiderata da parte del visitatore di un sito web. Un esempio semplice è l'acquisto di un prodotto in un negozio online, ma anche la compilazione di un modulo o la visione di un video possono essere classificate come conversioni.

Tasso di conversione

Si tratta di una percentuale che rappresenta il rapporto tra le conversioni e il numero totale di visitatori del sito web. Ad esempio, se 5 visitatori su 100 acquistano un prodotto, il tasso di conversione è 5%.

I passi per un'ottimizzazione della conversione di successo

L'ottimizzazione delle conversioni è un'interazione dinamica di diverse fasi. Ognuna di queste fasi è importante per migliorare l'interazione degli utenti con un sito web o un'applicazione e per raggiungere il punto finale desiderato, sia esso un acquisto, una registrazione o un download. Da un'attenta analisi e implementazione fino alla valutazione finale e al playout: qui vi verrà fornito uno sguardo dettagliato sull'intero processo di ottimizzazione delle conversioni.

1. analisi:
Prima di iniziare l'ottimizzazione vera e propria, è necessario capire dove e perché i visitatori rimbalzano. È qui che entrano in gioco gli strumenti di analisi web. Raccogliendo dati, ad esempio sui flussi di visitatori, sul tempo di permanenza o sulla frequenza di rimbalzo, è possibile identificare i punti deboli e il potenziale del sito.

2. pianificazione:
I dati ottenuti vengono utilizzati per la pianificazione. Quali elementi devono essere rivisti? Quali ipotesi possono essere avanzate? E come si può misurare il successo? È qui che si stabilisce quali misure devono essere implementate e in quale ordine.

3. concezione:
La concettualizzazione concreta inizia sulla base della pianificazione. È qui che si affrontano i punti deboli precedentemente identificati e si sviluppano soluzioni. L'obiettivo è sviluppare proposte concrete di design e di contenuto, che vengono visualizzate nella fase successiva.

4° disegno:
In questa fase vengono visualizzate le idee concettuali. Che si tratti di wireframe, mock-up o prototipi, è qui che vengono definiti l'aspetto e la funzionalità futuri degli elementi ottimizzati. È fondamentale che le modifiche al design proposte siano attraenti e funzionali per aumentare il tasso di conversione.

5. realizzazione:
Prima di apportare modifiche di vasta portata a un sito web o a un'app, è opportuno effettuare dei test A/B. Ciò significa creare due versioni: la versione attuale (A) e una nuova versione con le modifiche proposte (B). Strumenti come Optimizely o Google Optimise rendono possibili questi test. Gli utenti vengono assegnati in modo casuale a una delle due versioni. In questo modo è possibile scoprire quale versione ha prestazioni migliori prima di apportare modifiche complete, mentre l'implementazione tecnica delle modifiche pianificate è successiva. In questo caso, sviluppatori e designer lavorano fianco a fianco per garantire che tutto funzioni senza problemi e che l'esperienza dell'utente sia ottimizzata.

6. valutazione:
Una volta che il test A/B ha raccolto una quantità sufficiente di dati, viene analizzato. Si tratta di analizzare quale delle due varianti ha un tasso di conversione più elevato o altri KPI rilevanti. È importante assicurarsi che i risultati siano statisticamente significativi, in modo da non trarre false conclusioni dovute a coincidenze.

7° sorteggio:
Se una nuova variante si dimostra superiore nel test A/B, viene distribuita a tutti gli utenti. La vecchia versione viene sostituita e le ottimizzazioni vengono completamente implementate. Tuttavia, è essenziale continuare a monitorare le prestazioni ed effettuare nuovi test e aggiustamenti se necessario, poiché il comportamento degli utenti e i fattori esterni possono cambiare nel tempo.

Metodi e misure per l'ottimizzazione della conversione

Il tasso di conversione di un sito web o di un negozio online dipende da una serie di fattori. Per aumentare efficacemente il tasso di conversione, esistono vari approcci e metodi che mirano a specifici aspetti della presenza online.

Ogni metodo ha i suoi punti di forza e deve essere utilizzato in base al rispettivo obiettivo e ai punti deboli individuati. Di seguito vengono presentati alcuni dei più importanti metodi di ottimizzazione della conversione:

Ottimizzazione del processo di acquisto (ottimizzazione del carrello)

Uno dei motivi principali per cui i clienti abbandonano un acquisto online è un processo di checkout complicato o poco trasparente. Quando si ottimizza il carrello, ci si concentra sul rendere il processo di pagamento il più semplice e scorrevole possibile. Ciò può essere ottenuto semplificando i moduli, indicando chiaramente i costi di spedizione o offrendo diverse opzioni di pagamento.

Ottimizzazione dell'usabilità

La facilità d'uso di un sito web influisce direttamente sul tasso di conversione. Navigazione intuitiva, elementi chiari di invito all'azione e tempi di caricamento rapidi sono solo alcuni dei fattori chiave. Un design facile da usare non solo aumenta la soddisfazione dei visitatori, ma anche la loro volontà di compiere l'azione desiderata.

Ottimizzazione dei contenuti

I contenuti svolgono un ruolo cruciale nel trattenere e convertire i visitatori. Contenuti di alta qualità e pertinenti, che rispondano alle esigenze e alle domande del vostro gruppo target, possono aumentare il tempo di permanenza e incrementare la conversione. Non si tratta solo di testo, ma anche di immagini, video e altri elementi interattivi.

Ottimizzazione dei dispositivi mobili

Con il costante aumento degli utenti mobili, è essenziale che il vostro sito web o negozio online sia ottimizzato per i dispositivi mobili. Il design deve essere reattivo, cioè adattarsi alle diverse dimensioni dello schermo, e i tempi di caricamento devono essere ridotti al minimo.

Ottimizzazione delle conversioni in ambito SEO

L'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e l'ottimizzazione delle conversioni vanno di pari passo. Un posizionamento elevato nei risultati di ricerca attira più visitatori, ma a cosa serve il traffico se i visitatori non convertono? Si tratta di guidare i visitatori organici verso i contenuti o i prodotti che sono rilevanti per loro.

Ottimizzazione delle conversioni in SEA

La pubblicità sui motori di ricerca (SEA) può aiutarvi ad attirare traffico mirato sul vostro sito. Ottimizzando i testi degli annunci, le pagine di destinazione e le strategie di offerta, è possibile ottenere non solo un maggior numero di clic, ma anche un tasso di conversione più elevato.

Strumenti e risorse importanti per il CRO

È essenziale disporre degli strumenti giusti per un'ottimizzazione del tasso di conversione di successo. Gli strumenti adatti non solo aiutano a raccogliere e analizzare dati approfonditi, ma possono anche effettuare test A/B, creare mappe di calore o esaminare più da vicino l'esperienza utente (UX). Tra gli strumenti di analisi web collaudati vi sono Google Analytics o Matomo, ad esempio, che forniscono informazioni sul comportamento dei visitatori del sito web.

varify.io è la soluzione ideale per realizzare test A/B. Strumenti di heatmap come Hotjar o Crazy Egg sono quasi indispensabili per avere una panoramica dettagliata del comportamento dei clic e della profondità di scorrimento. Se si desidera anche un feedback diretto da parte dei visitatori, gli strumenti di indagine come SurveyMonkey o Typeform offrono le funzioni corrispondenti. L'uso mirato di questi strumenti può quindi contribuire in modo decisivo all'implementazione e alla revisione efficace delle misure di ottimizzazione.

Errori comuni nell'ottimizzazione della conversione

L'ottimizzazione delle conversioni presenta anche alcuni ostacoli in agguato. Gli errori più comuni sono

  • Conclusioni affrettateTest A/B prematuri e conclusioni affrettate.

  • Troppi cambiamenti allo stesso tempoSe vengono modificati troppi elementi contemporaneamente, è complicato determinare l'esatta influenza di ogni modifica.

  • Trascurare gli utenti mobiliGli utenti mobili hanno esigenze specifiche che non devono essere trascurate.

  • Decisioni non basate sui datiÈ rischioso basare le decisioni su semplici ipotesi piuttosto che su dati concreti.

  • Tentativi di ottimizzazione una tantumL'ottimizzazione delle conversioni deve essere intesa come un processo continuo, non come un'azione una tantum.

Conoscendo ed evitando questi potenziali errori, potete aumentare in modo significativo il successo delle vostre misure di ottimizzazione della conversione.

Conclusione

L'ottimizzazione delle conversioni è un impegno costante che deve essere sempre orientato alle esigenze e al comportamento degli utenti. Con un approccio metodico, il giusto set di strumenti e un monitoraggio e una regolazione continui, potete garantire che il vostro sito web o negozio online ottenga i migliori risultati possibili. Dovete sempre rimanere aperti a nuove idee ed essere pronti ad adattarvi ai cambiamenti.